Ministro Kyenge: “Compito del giornalismo dimostrare che l’Italia non è razzista”.

Successo del Convegno Nazionale

“Media e Immigrazione”

Dalla Carta di Roma all’Etica Professionale:
linguaggi per costruire la Cittadinanza Comune

svoltosi a Milano, Venerdì 18 Ottobre
presso Centro Congressi Fondazione Cariplo


Milano 21 Ottobre 2013.

Grande successo per il Convegno Nazionale “MEDIA E IMMIGRAZIONE, dalla Carta di Roma all’Etica Professionale: linguaggi per costruire la Cittadinanza Comune” svoltosi nel cuore di Milano presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo.
Il tema trattato di stretta attualità, l’elevato profilo dei relatori, la partecipazione di rappresentanti di Istituzioni, Associazioni, oltre al numeroso pubblico convenuto nonostante la concomitanza dello sciopero dei mezzi pubblici, permettono definire il Convegno appena concluso come il più importante momento di confronto e discussione a livello nazionale sulle tematiche relative all’immigrazione attraverso lo sguardo dei Media e l’Informazione.
L’evento è stato anche sede dell’inaugurazione ufficiale di ALL-TV – il primo canale televisivo italiano fondato sulla promozione della Cittadinanza Comune come base per l’integrazione sociale dei nuovi italiani migranti.

A sugellare l’importanza del confronto pubblico, la presenza del Ministro per l’Integrazione,
l’Onorevole Cecile Kyenge che è intervenuta a conclusione della tavola rotonda,
presieduta dal direttore e fondatore di ALL-TV, il giornalista camerunense Jean Claude MBEDE FOUDA, in Italia dal 2008.

(Nella foto qui in basso durante il Convegno)

Tanti i relatori che hanno partecipato, provenienti dal mondo della cultura, del giornalismo e dell’associazionismo, oltre alla presenza di importanti autorità istituzionali e consolari tra i quali, il Comune di Milano con l’Assessore alla Cultura, Filippo del Corno, l’Assessore alle Politiche Sociali e Cultura della Salute Pierfrancesco Majorino, il Presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti, il Console generale degli Stati Uniti d’America Kyle R. Scott, Saul Kgomotso Molobi Console Generale del Sudafricai direttori Peter Gomez de Il Fatto Quotidiano.it e Giancarlo Mazzuca de Il Giorno, Malu Mpasinkatu Direttore Sportivo e Opinionista calcio Sky, Sportitalia e Rai Sport, Stefania Ragusa direttore di Corriere Immigrazione, Claudio Martelli ex Ministro di Giustizia e Presidente di Opera Onlus, Gabriele Dossena Presidente dell’Ordine dei Giornalisti Lombardia e Giovanni Negri Presidente Associazione Lombarda dei Giornalisti.
I convenuti hanno potuto ascoltare il messaggio della Presidente della Camera dei Deputati, lOnorevole Laura Boldrini inviato per l’occasione che ha ricordato come “I media possono svolgere un ruolo fondamentale per aumentare il rispetto dei Diritti degli immigrati e rendere il nostro un paese più giusto e più inclusivo”.
Il meeting di Milano ha dimostrato, secondo le parole dell’Assessore Majorino, “Finalmente un discorso pubblico non impaurito sul tema dell’immigrazione” e secondo l’auspicio de presidente Guzzetti che ha ospitato il convegno “la dimostrazione che il sostegno a una iniziativa non finisce con un progetto, ma sia un seme che dà alberi robusti, con buoni frutti”. Il Console Generale degli StatiUniti Kyle R. Scott, ha ricordato come gli immigrati abbiano reso gli States più ricchi e dinamici e “Spero che la storia americana sia di conforto all’Italia. …anche da voi arriverà l’integrazione e ne uscirete più solidi e forti”.
Numerose anche le proposte, le critiche e le esperienze positive relative al modo di informare e trasmettere conoscenza sulla realtà dei migranti in Italia che hanno riempito di contenuti il convegno. “Fare crescere il senso di cittadinanza comune, la coesione territoriale e il dialogo fra i popoli, partendo dalla considerazione che la mancata conoscenza culturale reciproca sia alla base di pregiudizi e violenza” questo è stato il senso dell’incontro e la base della nascita di All Tv (http://www.all-tv.tv) come dalle parole dello stesso fondatore, Jean Claude Mbede Fouda.

Un messaggio di coesione ribadito in ultima istanza dallo stesso Ministro per l’integrazione Cecile Kyenge a conclusione dei lavori: “Ho sempre sostenuto che l’Italia non sia un Paese razzista. Ma è compito del giornalismo tirare fuori proprio quelle storie buone che lo dimostrano”.

—-

Promotore dell’evento è All-tv.tv in collaborazione con la FONDAZIONE CARIPLO, e con Media Partner la testata giornalistica online Fanpage.it  e la Piattaforma Interculturale Babel Moving.