“Omaggio a Maria Reiche” e le Linee di Nazca

Il 25 febbraio inaugurazione presso l’Instituto Cervantes di Milano della mostra fotografica che ricorda la figura di una “piccola grande donna”, Maria Reiche, scienziata e archeologa a cui si devono gli studi e le scoperte sulle famose Linee di Nazca in Perù. Mostra con ingresso gratuito fino al 13 marzo 2015.

zoom

La proposta culturale elaborata dall’Associazione Culturale Nuovi Orizzonti Latini, in questa sua prima tappa milanese, si realizza in collaborazione con l’Asociación Maria Reiche Internacional Arte & Ciencia con sede a Nasca – Perù, con l’Instituto Cervantes e il Goethe Insitut di Milano.

L”Omaggio a Maria Reiche” ha ricevuto i patrocini della Commissione Nazionale per l’UNESCO, il Comune di Milano, il Consolato Federale della Repubblica di Germania e il Consolato del Perù a Milano.
L’iniziativa rientra in una proposta di attività declinate al femminile, presso la sede dell’Instituto Cervantes di Milano, che hanno ricevuto il Patrocinio di WE – Woman for Expo, in quanto “volte a valorizzare il ruolo della donna, in coerenza con il tema di Expo Milano 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

La Mostra è un’esposizione fotografica, unica nel suo genere, che ritrae la vita e le scoperte della famosa archeologa e scienziata tedesca Maria Reiche Neuman (Dresda, Germania, 15 maggio 1903 – Lima, Perù, 8 giugno 1998) diventata famosa per le sue ricerche sulle “Linee di Nazca” in Perù.
Queste colossali figure nel deserto furono eseguite nel 300 – 400 a.C dai cittadini di cultura peruviana, che succesivamente chiamarono Nazca, dalla popolazione più prossima ai giacimenti. Maria Reiche per il suo importante lavoro nel 1992 ricevette la cittadinanza peruviana e l’anno dopo ricevette la massima onorificenza (la Gran Croce) dell’Ordine del Sole; nel 1995 il riconoscimento del suo lavoro avvenne con la proclamazione da parte dell’UNESCO delle linee di Nazca a Patrimonio dell’Umanità.

L’Omaggio a Maria Reiche è un progetto artistico che può essere visto e vissuto come un viaggio interiore dentro una mappa emozionale, tra le pietre del deserto dove si trovano le Linee di Nazca e dove la scienziata ha dedicato la sua vita. Ingresso gratuito presso la sede di Via Dante 12, dalle ore 18,00 l’inaugurazione con la proiezione di un video sulla figura e le ricerche della Reiche.